• braversitalia

Etiopia: un viaggio lungo la Rift Valley

Aggiornato il: giu 14

Se potessimo restringere la popolazione mondiale ad un singolo villaggio di 100 persone, mantenendo tutte le stesse proporzioni, assomiglierebbe a qualcosa del genere: ci sarebbero 57 asiatici, 8 europei, 21 africani, e 14 persone dall'Occidente; ci sarebbero 52 donne e 48 uomini; 70 neri e 30 bianchi; 70 non cristiani e 30 cristiani; non ci sarebbero dottori, nessun infermiere né dentista o ospedale o scuole; non ci sarebbe acqua potabile; non ci sarebbe lingua comune; non ci sarebbe elettricità o strade asfaltate; ci sarebbero 70 persone analfabete; 50 persone con problemi di malnutrizione; l'intero fabbisogno alimentare sarebbe soddisfatto tramite fonti di cibo esterne al villaggio; 6 persone possederebbero il 59% delle ricchezze e sarebbero Cittadini USA; ci sarebbe 1 laureato, 1 TV e 1 PC; la persona media sarebbe una ragazza cinese di 13 anni.



L'Etiopia è facilmente il paese più verde che esista sulla terra. Con amici, ho fatto un lungo viaggio in jeep da Addis Abeba andando verso sud fino ad Arba Minch, un piccolo villaggio ad alta quota abitato da gente di etnia Dorze, capaci di danzare per 3 ore attorno ad un fuoco e preparare una piadina con una farina estratta da un tronco di banano.

Abbiamo ballato in ogni piccolo villaggio incontrato, ogni sera; non importava se non ci fosse nessun altro nel locale, il barista restava aperto in ogni caso per permettere a chiunque volesse una breve sosta.



Abbiamo preso un'imbarcazione per attraversare il lago Ziway, uno dei pochi nella Rift Valley etiope, abbiamo visto almeno 30 coccodrilli mentre prendevano il sole fermi come pietre a bocca spalancata per permettere ad uccelli di scavare tra i denti e strappare brandelli di carne della loro ultima cena.

Abbiamo incontrato famiglie con 5, 10, 15 bambini non impauriti di venirci incontro e sorriderci, a prescindere dalla loro età, in zone rurali, che ha fatto risorgere in me quel desiderio mai sopito di natura.



Non ho speso abbastanza tempo in Etiopia ma credo abbastanza per avere la conferma che l'uomo ha bisogno degli altri esseri umani attorno a sé, ognuno di noi è necessario agli altri per completarci a vicenda.


Riccardo Melandri

Instagram @melanor_imagesandwords

0 visualizzazioni

Tutti i tour sono realizzati in collaborazione con l’Agenzia Tourist Bee di Maril S.r.l.s.

Si accettano pagamenti sicuri con Stripe e PayPal

  • telegram icon 2-01
  • Bianco Instagram Icona